ITINERARI RELIGIOSI A SIENA

PELLEGRINI PER SIENA

    Gli itinerari religiosi consentono di creare le basi concrete e condivise per un turismo sostenibile attraverso la diffusione del camminare lento e consapevole, finalizzato a favorire la salute fisica e mentale della persona, ed a vivere nel profondo cattedrali, abbazie, pievi, eremi ed altri luoghi di fede della nostra bellissima Italia "minore" tutta da riscoprire.
    E' curioso come sia cambiata nel tempo la cultura del pellegrino. Prima ci muovevavamo per l'80% in grandi gruppi ed il 20% in coppie, oggi accade l'inverso, quindi in passato si creavano comunità a monte ed ora si creano a valle, sul luogo di fede. Prima preferivamo luoghi prestigiosi e lontani, ma causa della crisi economica e della paura del terrorismo i pellegrini sono diminuiti negli ultimi 10 anni del 30% Fatima, del 50% a Lourdes e quasi azzerati in Medio Oriente, mentre sono aumentati in Italia, con un +20% nelle mete più vicine a casa (fonte: Opera Romana Pellegrnaggi, 2017).
    Di seguito i link agli orari dei luoghi di culto a Siena:
CHIESE CATTOLICHE
ALTRE CONFESSIONI

Siena città Mariana

    ITINERARIO MARIANO.
    Siena è la città mariana per eccellenza.
    Dedicata a Maria è la Cattedrale di Siena, uno dei più affascinanti esempi di architettura gotica, dove si trova la Madonna del voto, un dipinto tardo-duecentesco al quale i senesi si sono rivolti nel corso dei secoli nei momenti di difficoltà.
    Sempre a Maria, dall'altra parte della piazza, è dedicato il Santa Maria della Scala, il più grande e antico ospedale medievale europeo, oggi complesso museale con diversi percorsi tra cui "devozione e pietà", un viaggio tra le numerose cappelle e gli affreschi che adornavano le corsie ospedaliere.
    In Piazza del Campo, cuore della vita cittadina, la Fonte Gaia è stata adornata da Jacopo della Quercia con una scultura considerata la massima espressione dell'arte quattrocentesca, con al centro la Madonna col bambino. Sulla piazza domina la Torre del Mangia con il suo campanone, dedicato a Santa Maria Assunta e per questo chiamato Sunto.
    Il culto mariano coinvolge profondamente le vie cittadine con numerosi tabernacoli, una peculiarità urbanistica e sociale di Siena, ed entra nella vita delle contrade e del Palio: il 2 luglio c'è il Palio della Madonna di Provenzano, ed il 16 agosto il Palio della Madonna dell'Assunta.

I luoghi di Santa Caterina da Siena

    ITINERARIO CATERINIANO.
    Santa Caterina da Siena, patrona d'Italia e d'Europa, offre a Siena un itinerario che segna profondamente l'animo di ogni persona in quanto consente di immegersi nel cammino spirituale di questa ragazza che, grazie alla sua profonda fede, ha passato la sua breve vita ad aiutare gli ultimi ed allo stesso tempo a confrontarsi a faccia a faccia con i potenti.
    I luoghi di questo itinerario spirituale sono la casa santuario, dove possiamo vedere il suo cuscino di pietra; la Basilica di San Domenico, che conserva dipinti sulla sua vita e la più importante delle sue reliquie; Fontebranda, dove da bambina attingeva l'acqua per le faccende domestiche; la ripida scalinata sul fianco del Duomo di Siena, che percorreva nel suo quotidiano viaggio spirituale per raggiungere il Santa Maria della Scala; lo stesso Santa Maria, uno dei più grandi ospedali europei dell'epoca, dove la Santa prestò la sua opera fino allo sfinimento, fu luogo di fede.

Sui passi di San Bernardino da Siena

    ITINERARIO BERNARDIANO
    Questo Santo francescano, nato nella vicina città di Massa Marittima quando era sotto la dominazione di Siena, è famoso per le sue prediche in Piazza del Campo, che hanno lasciato una profonda impronta nella vita cittadina, e per aver fondato la Basilica dell'Osservanza, ancora oggi importante punto di riferimento dei fedeli.
    Le sue prediche sull'etica del lavoro si svolsero in Piazza del Campo perché non c'era chiesa che potesse accolgiere tutti gli ascoltatori, ed una lapide nella pavimentaizzione ricorda il luogo in cui fu allestito il pulpito da dove parlò per 45 giorni dal 15 agosto 1427.
    Durante il soggiorno a Siena scelse di vivere presso un eremo alle porte della città che lui stesso ampliò, ed ulteriori aggiunte avvennero nel '400 e nel '500, grandiose ma ispirate alla sobrietà francescana.

Le grandi Basiliche

    ITINERARIO DELLE BASILICHE.
    Un viaggio religioso davvero intenso quello delle tre grandi basiliche di Siena, collocate in tre zone diverse della città.
    La Basilica di San Domenico, punto di riferimento di Santa Caterina da Siena, che conserva la più importante reliquia della Santa.
    La Basilica di San Francesco, che conserva le Sacre Particole: 223 oste che nel 1730 furono rubate e poi ritrovate, e da allora si sono miracolosamente conservate fino ai giorni nostri (Miracolo eucaristico senese).
    La Basilica di Santa Maria dei Servi, che prende il nome dall'Ordine dei Servi di Maria, costruita in mattoni e senza alcun decoro, come era consuetudine degli ordini mendicanti, luogo di fede caro ai senesi in quanto dedicato alla Madonna.
    A San Francesco ed a Santa Maria dei Servi (ingresso da via Roma 58) è possibile anche entrare negli antichi chiostri dei conventi, in quanto di proprietà dell'Università di Siena.

La via francigena

    ITINERARIO FRANCIGENO.
    Per secoli i pellegrini hanno attraversato la città entrando da Porta Camollia ed uscendo da Porta Romana, per continuare il cammino di fede verso la città eterna.
    E' questo il tratto cittadino della Via Francigena, che ancora oggi rappresenta il principale asse viario della città. Lungo i due chilometri di percorso si aprono in tutto il loro splendore chiese, monasteri e palazzi signorili, oltre a laboratori di artigiani e negozi di ogni tipo.
    Si entra dalla monumentale Porta Camollia, ricostruita nel '600 con l'iscrizione Cor magis tibi Sena pandit: "Siena ti apre un cuore più grande [della porta che stai attraversando]".
    Ben presto si incontra il presidio dei Cavalieri Templari, nati proprio per proteggere i pellegrini. Si continua con una serie di piccole Chiese, aperte solo in occasioni particolari, come la Chiesa della Madonna delle Nevi e la Chiesa di San Cristoforo.
    Sfiorata Piazza del Campo, si arriva in piazza del Duomo, tappa centrale del cammino francigeno: da una parte la Cattedrale e dall'altra l'antico spedale del Santa Maria della Scala.
    Si prosegue passando davanti al Palazzo di San Galgano, antico monastero oggi sede universitaria, ed alla Chiesa detta del Santuccio, legata proprio a San Galgano, per arrivare a Porta Romana.

L'arte sacra

    ITINERARIO MUSEALE.
    I musei senesi conservano famose opere d'arte con raffigurazioni dei Santi cari ai senesi: nell'ordine, Santa Maria, Santa Caterina, San Bernardino e San Galgano.
- il Museo dell'Opera del Duomo
- la Pinacoteca Nazionale,
- il Museo Civico,
- il Museo delle Biccherne,
- il Palazzo Chigi-Saracini.
    A questo si aggiungono i musei d'Arte Sacra dei vicini borghi di Buonconvento e di Asciano, che raccolgono opere recuperate dalle cappelle e dalle chiesette sparse nelle campagne, testimoni della religiosità popolare di un tempo.



© Copyright 2007-2015 Fabio Gori