PIAZZA DEL CAMPO

La piazza a conchiglia

    Piazza del Campo è una delle più belle piazze del mondo.

    Ha una originale forma a conchiglia divisa in nove spicchi, che confluiscono verso il Palazzo Pubblico con una lieve pendenza.

    Da allora è il cuore dei senesi e di Siena, luogo di incontro dei cittadini negli eventi importanti e luogo di incontro dei tre crinali sui quali è nata la città.

Il giro della Piazza

    La piazza è dominata dal trecentesco Palazzo Pubblico (sede del Museo Civico) e dalla sua Torre del Mangia (aperta al pubblico), dalla quale si apre uno stipendo panorama: è alta 87 metri, come un grattacielo di 29 piani.
    Ai piedi del Palazzo si trova la grandiosa Cappella della Vergine, costruita per voto dai senesi dopo la fine della terribile peste del 1348.
    Dalla parte opposta della piazza c'é Fonte Gaia decorata da Jacopo della Quercia con il più grande capolavoro del rinascimento.

    Sulla piazza si affacciano eleganti palazzi signorili, legati alle famiglie più facoltose: Pannocchieschi, Piccolomini, Sansedoni, Saracini. I Palazzi furono costruiti seguendo delle regole, stabilite fin dal 1297, che imponevano il rispetto di precisi criteri estetici e che si collocano tra le prime disposizioni urbanistiche della storia.

    Non mancano le curiosità. Sulla facciata di un palazzo presso le Bocche del Casato, si nasconde uno dei tanti tabernacoli di Siena. I colonnini di travertino attorno alla conchiglia, aggiunti alla fine dell'800 e disegnati dall'architetto senese Partini, arricchiscono la piazza con eleganza. Nella parte bassa della piazza non tutti notano il Gavinone, la scultura che orna l'apertura per lo scolo delle acque. Nella pavimentazione della piazza, una iscrizione ricorda il luogo in cui predicò San Bernardino da Siena.

Luogo di incontro ieri ed oggi

    La piazza è chimata "Il Campo" perché un tempo era uno spazio destinato ad ospitare mercati e fiere appena fuori la città in formazione, che si trovava più in alto, nella zona di Castelvecchio.
    Caduto il dispotismo del "governo dei Ventiquattro", nasce l'idea di uno spazio indipendente sia dal potere ecclesiastico che da quello aristocratico. E' questo il grande progetto che porta alla costruzione del Palazzo Pubblico e, conseguentemente, alla centralità urbana del Campo, rivoluzionando l'idea stessa della piazza italiana medievale.
    All'inizio del XIII secolo il Palazzo è compiuto ed inizia la progressiva decorazione della piazza: nel 1349 viene terminata la pavimentazione in mattoni disposti in nove spicchi separati da strisce di travertino, a ricordare i Nove signori che governavano la città, mentre il cerchio esterno è in pietra serena ed è delimitato da colonnini di travertino realizzati un secolo fa su disegno dell'architetto senese Partini, perfettamente inseriti nel contesto.

Il Palio di Siena

    Piazza del Campo è anche il teatro di uno degli eventi folklorici più importanti d'Italia: Il Palio.
    E' una competizione fra le contrade di Siena nella forma di una giostra equestre di origine medievale, che si svolge normalmente due volte l'anno: il 2 luglio (Palio di Provenzano, in onore della Madonna di Provenzano) e il 16 agosto (Palio dell'Assunta, in onore della Madonna Assunta).
    La corsa del Palio consiste in tre giri di Piazza del Campo, su una pista di tufo posato per l'occazione sull'anello che circonda la conchiglia.




© Copyright 2015 Fabio Gori