TEX WILLER
70 anni di un mito

In mostra a SIENA, dal 23 novembre 2019 al 26 gennaio 2020

La mostra su Tex Willer

    Dopo Milano e Roma, arriva a Siena la mostra che celebra Tex Willer a settant'anni dalla creazione, con un'esposizione che rappresenta il più importante omaggio mai dedicato a questo fumetto.
    La mostra è rivolta non solo gli appassionati di ogni età, ma anche a chi vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo di Tex, un eroe che è riuscito a conquistare generazioni diverse, dal 1948 a oggi, grazie al suo profondo senso di giustizia e alla sua innata generosità, diventando un vero e proprio fenomeno di costume.
    La mostra racconta la vicenda e l'evoluzione del fumetto Tex Willer attraverso disegni, fotografie, materiali inediti e installazioni a tema create appositamente per l'evento. Si può anche ammirare, tra gli altri pezzi, la prima vignetta di Tex declinata in più lingue, la macchina per scrivere dalla quale Gian Luigi Bonelli (il creatore del personaggio) fece scaturire i primissimi testi, e le fotografie di Aurelio Galleppini (il disegnatore che visualizzò il personaggio).
    Uno spazio apposito è dedicato ai disegnatori che dopo Galleppini hanno dato volto e corpo alle imprese di Tex, lasciando un segno indelebile dei loro inconfondibili stili, in particolare ai due fumettisti senesi: il veterano Giovanni Ticci, che nel 1968 firmò la sua prima avventura texiana, e Alessandro Bocci, disegnatore dal 2001.

chi è Tex Willer

    Tex Willer, pubblicato ininterrottamente da più di settant'anni, è il più longevo personaggio del fumetto italiano e, insieme a Superman e Batman, uno dei più duraturi del fumetto mondiale.
    Dal 1948 l'eroe creato dalla penna di Giovanni Luigi Bonelli e dal pennello di Aurelio Galleppini (in arte Galep) cavalca sulle piste del Far West ed ancora oggi continua ad avere centinaia di migliaia di affezionati lettori.
    Il segreto del suo successo è il fascino del personaggio (grintoso, ironico, e nemico di ogni ingiustizia), gli ambienti (praterie, foreste e deserti) e gli avversari (combatte fuorilegge, proprietari terrieri senza scrupoli, politici corrotti, indiani ribelli, maghi vudù, sette segrete, ma anche chi vuole linciare i colpevoli).
    E' un difensore dei deboli e degli oppressi, ed è sempre stato fortemente antirazzista e amico degli indiani, e questo è un fatto straordinario per un personaggio nato nel 1948. Sposandosi con un'indiana, e legandosi al popolo rosso, Tex ha anticipato le tematiche antirazziste dei western degli anni Settanta.
    Per gli indiani Navajos è Aquila della Notte, fratello di ogni pellerosse. Per i bianchi è il Ranger della Riserva Navajo, dalla mira infallibile. Per i disonesti è il peggiore incubo.
    E' un dispensatore di giustizia, ma non un giustiziere solitario, essendo un Ranger e quindi uomo di Legge, e potendo contare sull'aiuto di altri personaggi della serie.

Informazioni turistiche

LUOGO
    Complesso Museale Santa Maria della Scala, Piazza del Duomo, Siena

ORARIO
  Festività Natalizie (da 23 dic a 6 gen):
    tutti i giorni 10:00-19:00 (chiuso a Natale)
  Altri periodi:
    lunedì-mercoledì-giovedì-venerdì 10:00-17:00.
    sabato-domenica 10:00-19:00.
    chiuso martedì.

COSTO INGRESSO
  intero € 9.
  ridotto € 7: tra 12 e 18 anni, over 65, studenti.
  gratis: under 12, accompagnatore disabile, giornalisti.

BIGLIETTO CUMULATIVO MUSEO
  SMS intero + mostra € 14.
  SMS ridotto + mostra € 12.
  SMS + Museo Civico + mostra € 21.
  Opera del Duomo + mostra € 20.
  Laboratori didattici € 7.

RECAPITI
  Complesso Museale Santa Maria della Scala
  tel. 0577 / 534511 - 534501
  infoscala@sms.comune.siena.it

A CURA DI
  Gianni Bono in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore.

Gli orari possono aver subito variazioni.